Iniziativa Coldiretti per il Made in Italy

A tutela delle produzioni Made in Italy, Coldiretti ha promosso la raccolta di firme. Come detto, si tratta di un’iniziativa internazionale (EatORIGINal – Unmask your food) intrapresa insieme ad altre nove organizzazioni e finalizzata a impegnare l’Unione Europea ad estendere l’obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli alimenti: in occasione della presenza di Coldiretti Varese a Tradate sarà allestita una postazione per la raccolta di firme, che prosegue anche in tutti gli uffici Coldiretti sul territorio prealpino, presso i mercati di Campagna Amica e sul sito www.eatoriginal.eu.

Pubblicato in Alimentari | Contrassegnato , | Lascia un commento

Provolone Valpadana DOP e Chianti

Skip to content

Varese Press giornale online

Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Cremona, ASTI DOCG, PROVOLONE VALPADANA DOP E CHIANTI DOCG

 Post Views: 30

A partire dal prossimo 17 Settembre, a Cremona, ASTI DOCG, PROVOLONE VALPADANA DOP E CHIANTI DOCG saranno i protagonisti di un programma di valorizzazione destinato al grande pubblico: 10 appuntamenti che alterneranno degustazioni guidate, show cooking, tecniche di assaggio e formazione sul mondo delle Indicazioni Geografiche del FOOD and WINE.

Il progetto, promosso dai rispettivi Consorzi di Tutela con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo, permetterà ai partecipanti di scoprire e acquisire nozioni specifiche, interagendo direttamente con relatori selezionati per l’occasione.

Sarà il Ristorante il Violino, in Via Sicardo, 3 a Cremona, ad ospitare l’intera rassegna ogni martedì sera a partire dalle 18.00.

La partecipazione agli eventi è gratuita, ma la prenotazione è obbligatoria per ogni singolo evento attraverso il sito www.altiformaggi.com , fino ad esaurimento posti. 

“Vino Chianti, Provolone Valpadana ed Asti, stringono un’amicizia che si cimenta a suon di degustazioni guidate, show cooking, tecniche di assaggio – dichiara il Presidente del Consorzio Vino Chianti, Giovanni Busi – Partecipiamo volentieri a questa iniziativa che valorizza tre eccellenze italiane e con loro un mondo di tradizione e innovazione legate alla nostra cultura enogastronomica. I visitatori sono condotti per mano da esperti sommelier e chef alla scoperta di percorsi di gusto che esaltano prodotti che fanno la differenza e che raccontano il nostro territorio in tutto il mondo”

“La collaborazione tra Consorzi per far crescere una maggior consapevolezza del consumatore rappresenta un obiettivo ricco di stimoli. – ha dichiarato Libero Stradiotti, Presidente del Consorzio Tutela Provolone Valpadana –  Il programma che viene proposto affronta, con serate a tema, gli aspetti più importanti delle II.GG. e consentirà ai presenti di partecipare attivamente, con degustazioni ed abbinamenti particolari”.

“E’ il primo anno in cui, grazie alla possibilità offerta dal MIPAFT con il finanziamento di un progetto di promozione delle DOP del territorio piemontese (Consorzio per la Tutela dell’Asti Docg), toscano (Consorzio Chianti Docg) e lombardo (Consorzio Tutela Provolone Valpadana), si avrà la possibilità di degustare e conoscere, nelle loro principali peculiarità, questi tre importanti prodotti del wine e food, conosciuti non solo a livello nazionale, ma che hanno conquistato il palato di consumatori internazionali. – ha dichiarato Romano Dogliotti, Presidente del Consorzio per la Tutela dell’Asti DOCG –    Saranno organizzati momenti di degustazione attraverso i quali alcuni professionisti del settore enogastronomico guideranno gli ospiti in un mondo di gusti e profumi tipici dei vari territori di produzione.”Please follow and like us:

error

SalvaFacebookTwitterBloggerWhatsAppGmailEmailSMSWordPressSkypeFacebook MessengerCopy LinkFlipboardLinkedInPinterestWeChatSalvaShare

Articoli Correlati

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.IN EVIDENZA

MENU NAVIGAZIONE

CALENDARIO EVENTI

<<Ago 2019>>
lmmgvsd
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930311

EVENTI

ULTIME NEWS

PENDOLARI – REGIONE LOMBARDIA

VARESE PRESS GIORNALE ONLINE

FOTO FLICKR

Baby
The gift that keeps on giving ...
Stonechat

Altre fotoNOTIZIE AGGIORNATE-CLICCA E SALVA

MOST VIEWED POSTS

ARTICOLI RECENTI

RSS

EVENTI A BUSTO ARSIZIO

Ricerca per:SUPPORTA VARESEPRESS EVENTI DELLA LOMBARDIA

Lago di Garda

COMMUNITY – FORUMFORUM DI VARESEPRESS.DIRETTE STREAMING VARESE PRESS-VIDEO SALVATI SUL NOSTRO CANALE ” VARESE PRESS REDAZIONE”

BREAKING NEWS

Cerca hotel e altro…

Destinazione

Data del Check-in

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Ago 2019 Sett 2019 Ott 2019 Nov 2019 Dic 2019 Gen 2020 Feb 2020 Mar 2020 Apr 2020 Mag 2020 Giu 2020 Lug 2020 

Data del Check-out

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Ago 2019 Sett 2019 Ott 2019 Nov 2019 Dic 2019 Gen 2020 Feb 2020 Mar 2020 Apr 2020 Mag 2020 Giu 2020 Lug 2020 

Booking.com

VIDEO REDAZIONE VARESE PRESSVideo Player

00:0005:31FESTE,SAGRE,SPETTACOLI

METEO MALPENSA

Meteo Milano MalpensaPUBBLICITÀ SU VARESE PRESS-EDITORE@VARESEPRESS.INFO

TAG USATI -AGEVOLA LA RICERCA DELLE NEWSAttilio Fontanabustobusto arsiziocairatecarabiniericastellanzaEmanuele MontieuropaFabrizio Sbardellafagnano olonaFausto Bossigallarategdfgiuseppe criseoincidentelegalombardialuinoM5smalnatemalpensamilanomusicanatalenccpoliticapoliziapro locoregione lombardiaromaSaltamartinisalvinisanitàsaronnosommasomma lombardosportteatroTradatetrecateuybavaresevarese pressVaresepress.infoVigili del FuocoIMMAGINI PUBBLICITARIE

RSS

ANSA LOMBARDIA

Varese Press Copyright © 2015 varesepress.info Tutti i diritti riservati Testata registrata presso il Tribunale di Busto Arsizio n. 1/2015 Direttore responsabile: Fausto Bossi Editore e Proprietario: Giuseppe Criseo – redazione.varesepress@gmail.comDeveloped by Dessign

Pubblicato in Alimentari | Lascia un commento

Il capicollo o coppa

La coppa, detta anche capocollocapicollo(Campania e Calabria), ossocollo (Veneto), finocchiata (Siena), capicollo (alto Lazio), lonza (Lazio)o lonzino (Marche e Abruzzo), scalmarita (alta Umbria), capicollu (Corsica)[1]è un insaccato che è presente nel territorio italiano e nell’isola Francese della Corsica[1]con varie interpretazioni e ricette, ottenuto dalla lavorazione della porzione superiore del collo del maiale e da una parte della spalla (questo ne giustifica il nome).

Le carni vengono salate e massaggiate (questa operazione è necessaria per favorire la distribuzione uniforme del sale) poi vengono insaccate in un budello naturale e fatte stagionare per diversi mesi.

Nel corso della lavorazione vengono aggiunte spezie ed erbe aromatiche tipiche delle diverse località di produzione del salume. Per la sua stagionatura in passato si avvolgeva la carne in una tela grezza o la si legava con spago di canapa.

Con questo nome si intende anche una parte del maiale, ottima per la cottura alla brace, alla griglia o pietra ollare. Prende nomi differenti a seconda della regione.

Pubblicato in Alimentari | Contrassegnato , | Lascia un commento

Adotta una mucca

News

Fai un regalo alternativo, sapori mai provati nati da mucche che si nutrono esclusivamente di erba delle nostre montagne, Miele del Devero prodotto dall’apicoltura Prina, vini ossolani e tisane della Valle Antigorio prodotti dalla cooperativa Erba Bona. Partecipa allo scarghé degli alpeggi a metà settembre e ti sentirai un vero alpigiano di Crampiolo!

Come si adotta una mucca di CRAMPIOLO?

Adottare una mucca e assaggiare i prodotti ricavati dal suo latte è l’originale iniziativa, anche in tema natalizio, pensata dai gestori dell’agriturismo «Alpe Crampiolo» di Devero.In un momento in cui va di moda il concetto del «chilometro zero» e la qualità è sempre più ricercata, i due imprenditori agricoli Luca e Fausto Olzeri, rispettivamente di 34 e 30 anni, si sono inventati la proposta «Adotta una mucca». Questo sistema permetterà di ricevere la carta d’identità del vitello, del manzetto o della mucca da latte prescelti e seguirli, per un anno, nei loro spostamenti dal paese all’alpe, fino agli alpeggi più alti, dove si nutrono di quell’erba incontaminata d’alta quota che caratterizza il sapore del noto formaggio Bettelmatt.

Come funziona?

Per adottare una mucca basta accedere al sito dell’agriturismo Alpe Crampiolo ed entrare nella pagina dedicata (oppure passare attraverso la pagina Facebook «Adotta una mucca di Crampiolo») per poi cliccare sulla foto dell’animale preferito, stampare la carta d’identità e scegliere tra i due pacchetti disponibili.

Due i «pacchetti»

Il primo, del costo di 75 euro, include un quarto di forma di Bettelmatt o di formaggio Crampiolo, una bottiglia di vino ossolano, mezzo chilo di miele del Devero e una scatola di tisane del consorzio antigoriano Erba bona. Spendendo invece 110 euro ci sono in aggiunta due pranzi (o due cene) all’agriturismo del Parco naturale del Devero. In entrambi i casi sarà possibile poi ricevere informazioni sulla mucca presa in adozione e raggiungerla all’alpe in estate, partecipando anche allo scarghè autunnale.«L’idea è nata osservando altre realtà agricole che propongono di adottare ad esempio un tralcio di vite, oppure una pecora – spiega Luca Olzeri, che con il fratello Fausto porta avanti la storica azienda di famiglia, fondata a Crampiolo dal padre Adolfo quasi quarant’anni fa -. Lo scopo consiste nell’avvicinare chi vive in città alla montagna. L’adozione è annuale e rinnovabile e permette di salutare la propria mucca in estate».

Sessanta i capi disponibili

Le mucche sono una sessantina e ora che è inverno si trovano a Baceno. Il dicembre l’azienda parteciperà con gli altri componenti dell’Associazione produttori Bettelmatt alla marchiatura a fuoco delle forme di formaggio a Milano. «La scelta di portare avanti l’attività di famiglia non è stata obbligata, ma maturata nel tempo – conclude Olzeri – . Vivere a contatto con la natura è stupendo e grazie a Internet non si è mai isolati»

Pubblicato in Alimentari | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Formaggio caprino, la Formaggella del Luinese

La Formaggella del Luinese è un formaggio a pasta molle prodotto in Italia, nelle valli del luinese (zona che va dal lago di Varese al confine con la svizzera) dal latte intero crudo di capra di razza Camosciata delle Alpi, Nera di Verzasca o Saanen, oltre ai relativi meticci

Pubblicato in Alimentari | Contrassegnato | Lascia un commento

Salumificio Colombo solido carattere famigliare

L’attività del Salumificio Colombo ha mantenuto un solido carattere “familiare”, conservando un forte legame con le tradizioni lombarde della lavorazione delle carni, soprattutto a quella della zona delle prealpi varesine. Negli anni abbiamo cercato di valorizzare sempre più i nostri legami  con le tradizioni locali, ricercando qualità,  gusti e sapori che si riallacciano alla storia, alla cultura, alle produzioni della nostra ”terra dei laghi”. Abbiamo così riscoperto prodotti  come il Lardo Lonzato “Monterosa”, il Salame Prealpino Varesino, il Violino di Capra e i salamini di cinghiale e cavallo.

Questa costante ricerca di qualità e gusto ci ha portato a rivedere le tipiche specialità prealpine e ci ha dato l’opportunità di collaborare con noti produttori dei nostri territori. Queste collaborazioni straordinarie hanno creato diversi prodotti innovativi negli ultimi anni, come il salame alla  birra (4 Luppoli Angelo Poretti), la Coppa con birra (6 Luppoli Angelo Poretti), il Salame con Gorgonzola (Igor Gorgonzola) e la Mortadella di fegato con Grappa d’Angera.

Dalle nostre idee innovative è nata una nuova linea di prodotti denominata Rustici di Nonno Salvo, salami aromatizzati in quindici differenti gusti, in due formati calibrati 150-300 grammi, che hanno saputo coniugare innovazione e tradizione.LA NOSTRA FAMIGLIALA NOSTRA STORIALA NOSTRA SEDELA NOSTRA BOTTEGA

Pubblicato in Alimentari | Contrassegnato | Lascia un commento

Four Group Pharma, soluzioni innovative

Attiva dal 2008, Four Group Pharma lavora costantemente per contribuire al benessere e alla salute della persona. La nostra azienda, specializzata nella vendita prodotti farmaceutici, mette a disposizione del cliente un’ampia gamma di soluzioni altamente innovative. 

Il dinamismo che caratterizza la nostra realtà e la costante attenzione rivolta alla ricerca scientifica rendono Four Group Pharma un punto di riferimento del settore. Contattaci subito  per saperne di più sulla fornitura prodotti farmaceutici o per richiedere maggiori informazioni.


In Nord America almeno il 30% degli uomini con diagnosi di malattia della prostata utilizza un approccio complementare al problema avvalendosi in primo luogo di prodotti a base di sostanze funzionali derivate da erbe, vitamine, minerali o tramite un intervento dietetico mirato.
In Italia il 50% dei farmaci utilizzati per l’iperplasia prostatica benigna (IPB) sono fitoterapici e in Germania e in altri paesi europei, la fitoterapia è il trattamento di prima linea per l’IPB lieve
o moderata e per lenire i sintomi del tratto urinario inferiore (LUTS).

Pubblicato in Farmaceutici | Contrassegnato | Lascia un commento

Presenza di Listeria monocytogenes: richiamata dal mercato la “CIMA ANTICA GENOVA TUO CHEF”

Il ministero della Salute ha diffuso il richiamo di una specialità ligure prodotta dall’azienda “Buona compagnia Gourmet S.P.A.” per la presenza di Listeria monocytogenes. Il prodotto interessato è venduto intero con un peso di 2.3 Kg circa relativo al trancio intero con il numero di lotto 0131 e con la data di scadenza 15/09/2019. Nell’avviso che porta la data di ieri, 13 agosto 2019, si legge che il motivo del richiamo, a scopo precauzionale, arriva per un potenziale rischio di contaminazione microbiologica da Listeria Monocytogenes. Come riportato dall’avviso, il marchio di identificazione dello stabilimento/del produttore è “Buona compagnia Gourmet S.P.A – IT N2R69 Ce”, il nome del produttore è “Buona compagnia Gourmet S.P.A.”, con sede dello stabilimento in Via della Nunziata 8-17100 a Savona. La clientela in possesso della Cima Antica GENOVA acquistata affettata nelle date comprese dal 03/08/2019 al 13/08/2019 è invitata a non consumare il prodotto e a rendere la cima al punto vendita. La cima alla genovese è un piatto tipico della gastronomia ligure e soprattutto della città di Genova. È composto da una tasca di vitello ripiena di verdura, carne e formaggio, cucita con ago e filo. Viene servita a fette come un salume cotto. La listeriosi, evidenzia Giovanni D’agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, può provocare nausea, vomito e diarrea, ma anche infezioni più gravi, come la meningite. Si tratta di una infezione che si trasmette per via alimentare e può essere pericoloso soprattutto per le persone con basse difese immunitarie come bambini ed anziani. L’avviso di richiamo del lotto, è stato pubblicato sul portale del ministero della Salute.

Pubblicato in Alimentari | Contrassegnato , | Lascia un commento

Frammenti di vetro nei vasetti.

Il ministero della Salute segnala richiamo di aglio e peperoncino in olio a marchio “CONSERVE DELLA NONNA”. Lo Sportello dei Diritti: «Rischioso per la salute». Allerta lanciata anche dal RASFF

Frammenti di vetro: l’avviso è del 9 agosto ma è stato pubblicato solo oggi. Il ministero della salute informa che attraverso il sistema di allerta Rasff, le Autorità della Svizzera hanno segnalato la presenza di frammenti di vetro in vasetti di di aglio e peperoncino in olio a marchio “CONSERVE DELLA NONNA”. Nella nota riportata sull’avviso del 09/08/2019, anche se pubblicato solo oggi, si legge che il ritiro si è reso necessario per la possibile presenza di frammenti di vetro. Il prodotto interessato è venduto in vasetti di vetro da 950 grammi con il numero di lotto LA277 e il termine minimo di conservazione 31/10/2020. L’alimento richiamato è stato prodotto da dal GRUPPO FINI S.p.A con sede dello stabilimento a Ravarino in via Confine n 1583, in provincia di Modena. A scopo precauzionale e al fine di garantire la sicurezza dei consumatori, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda ai consumatori che hanno comprato il prodotto con il numero di lotto segnalato di non consumarlo e restituirlo al punto vendita d’acquisto, dove sarà rimborsato. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’azienda all’indirizzo e-mail cgrippo@finimodena.it

Pubblicato in Alimentari | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento